mercoledì 30 settembre 2020

Manuel Piccoli e l'amore per l'arte e la musica

Oggi intervistiamo Manuel Piccoli, attratto dall'arte fin dall'asilo.




Manuel nasce a Gorizia e fin da quando andava in asilo ha capito che era un bambino attratto da tutto ciò che era arte, espressione e vita, andando anche fuori gli schemi. Fin dalle elementari ha espresso una propensione verso la musica, la pittura, l'arte in generale, la danza. A dieci anni inizia a studiare da autodidatta il pianoforte e a scrivere i primi testi di quelle che potrebbero essere delle demo future. Crescendo si è laureato in psicologia, coltivando sempre la sua passione per la musica, la espressione artistica e la creatività.

Hai già avuto esperienze nel mondo dello spettacolo? 
Ho partecipato come comparsa a vari contest locali, e come comparsa nel film di Gabriele Salvatores "Il ragazzo invisibile 2".

Ma sappiamo che hai prestato anche la tua voce.
Si in "Incognito" in alcuni pezzi di artisti emergenti locali 

Le tue ambizioni. 
Esprimere la mia creatività attraverso la musica.

Un personaggio che ti ispira. 
Madonna per la tenacia, la versatilità e il suo andare oltre le regole, le convenzioni e il perbenismo, mettendosi sempre in discussione. Elisa per la sua umiltà che riflette nella sua musica e nella sua capacità di commuovere attraverso non solo la voce ma la scrittura. Entrambe le artiste citate per il loro talento. 

Tuoi pregi e difetti. 
Il mio pregio è la tenacia. Il mio difetto, la eccessiva umiltà farcita da testardaggine

Post più popolari

Rimani aggiornato