domenica 22 marzo 2020

Intervista alla fotomodella Chiara Lipari



Oggi intervistiamo Chiara Lipari, per conoscere meglio questo "personaggio". 
Chiara Lipari è da sempre stata incline alla recitazione, inizialmente affrontata come terapia per superare la propria timidezza, poi con gli anni diventata una passione e, infine, un lavoro vero e proprio. Ha recitato sia in teatro, portando in scena testi antichi. Adesso incomincia ad avvicinarsi al fascinoso mondo della televisione e del cinema, con la determinazione che l'ha sempre caratterizzata, senza mai arrendersi di fronte a una porta chiusa in faccia. Un'altra passione che l'accompagna fin da tenera età è quella per la narrazione: ha sempre scritto romanzi (tendenzialmente fantasy) frutto della propria fervida immaginazione e tutt'ora ha all'attivo due libri, una diade urban fantasy il cui primo volume si chiama "My Bloody Deadly Crush". 

Hai già avuto esperienze nel mondo dello spettacolo? 
Pur avendo avuto principalmente esperienze in teatro (l'ultimo spettacolo teatrale portato a Milano al Teatro delle Colonne di San Lorenzo fu Antigone, con complessivamente 7 repliche a Maggio e 5 repliche a Novembre), dall'anno scorso mi sono buttata a capofitto anche nel mondo televisivo: ho recitato nella serie Made in Italy (come figurazione), nella serie web Sfigactive come protagonista di puntata, ero presente nella puntata 49 del programma Deal With It dove ho giocato un bello scherzo al mio migliore amico (ignaro di tutto). Ho anche avuto la fortuna di poter calcare il tappeto rosso di Sanremo durante il festival di quest'anno (2020), assieme al boss dei casting Devis Paganelli e ad altre bellissime ragazze. Inoltre ero presente pure alla 76° edizione della mostra del cinema di Venezia, dove ho affiancato un regista che ha presentato il suo nuovo film fuori concorso. 

Le tue ambizioni. 
La mia grande ambizione è poter fare della mia passione un lavoro a tempo pieno, riuscendo a vivere unicamente di questo! Inoltre sto lavorando per accrescere e diventare un'artista quanto più completa possibile, lavorando anche su altre abilità sfruttabili in questo campo (ovvero il canto, il ballo, la chitarra) 

Un personaggio che ti ispira. 
In assoluto il mio modello di riferimento è Paola Cortellesi: è un'artista completa, in grado di recitare, estasiare con la sua voce quando canta e pure di danzare agilmente... è molto versatile come attrice ed eccelle sia nei film sia in teatro. In breve è una continua ispirazione per me e spero, lavorando sodo, di poter divenire brava come lei. 

Descrivi il tuo look. 
Mi piace molto giocare con il mio look in base a come mi sento in quel determinato momento, alternando il look rosa da "barbie", a uno stile più eccentrico caratterizzato da leggings variopinti e pellicce (ovviamente sintetiche perché il rispetto per gli animali viene prima del look). Tuttavia, nel mio armadio ci sono anche corsetto e rossetto nero, per un look più dark che, quando si palesa l'occasione, mi diverto a tirar fuori inaspettatamente. 

Tuoi pregi e difetti. 
Il mio miglior pregio è la testardaggine... nonostante le porte che mi sono state (e mi saranno) chiuse in faccia, nonostante i "no" ricevuti ai casting e nonostante la tristezza che talvolta mi può pervadere, non mi arrenderò mai, ho la testa così dura da rendere praticamente impossibile la mia rinuncia a questo difficile sogno! Al contempo, però, ho spesso la testa per aria... intenta a pensare alla prossima storia da narrare o al prossimo personaggio da descrivere. Credo sia questo il mio più grande difetto in quanto spesso le persone vicine a me sono costrette a ripetersi, tuttavia cerco sempre di mantenere alta la concentrazione quando sono sul set (non lascerò che questa mia inclinazione rovini la mia nascente carriera).




Post più popolari

Rimani aggiornato