mercoledì 30 settembre 2020

Annarita Zoboli, una vera artista per Mogol e Vessicchio

Oggi intervistiamo Annarita Zoboli, per conoscere meglio questo "personaggio". 


Annarita Zoboli, 16 anni, nasce a Genova. Attualmente frequenta il quarto anno del Liceo Classico Mazzini. Fin da bambina prende lezioni di pianoforte ed in seguito frequenta le scuole medie ad indirizzo musicale appassionandosi anche alla chitarra. Presto farà uscire il suo primo singolo “My Last Smile”. 

Hai già avuto esperienze nel mondo dello spettacolo? 
Oltre a Sanremo New Talent, ho partecipato al Tour Music Fest nel 2019 e ad altri concorsi locali. Grazie alla Vocal Care di Danila Satragno, che frequento ormai da 4 anni, ho potuto prender parte a numerose serate che sicuramente mi hanno aiutato ad acquisire sempre più sicurezza.

Ti sei esibita di fronte a personaggi importanti.
Si ho partecipato ad incontri con figure molto importanti del panorama musicale italiano, tra le quali per esempio il maestro Mogol e il maestro Vessicchio, davanti al quale mi sono esibita ottenendo un riscontro positivo. 

Le tue ambizioni. 
Da bambina dicevo che avrei fatto l’avvocato di giorno e la cantante di notte, e in un certo senso quest’idea non è cambiata… ho indubbiamente il desiderio di poter vivere di musica, ma so benissimo quanto ciò possa essere difficile: per questo continuo gli studi con impegno, anche perché ritengo che l’avere una cultura di un certo spessore sia fondamentale. Sono sicura però del fatto che se anche non potrò vivere di musica, vivrò con la musica, perché in qualsiasi caso non vi posso rinunciare. 

Un personaggio che ti ispira. 
In realtà non ho un personaggio in particolare da cui prendo ispirazione, ma ve ne sono di più: per esempio Giorgia, della quale l’impressionante tecnica vocale mi sprona a cercare di migliorare; lei mi sa sempre emozionare, per non parlare di quando l’ho vista live a Firenze nel 2019… non posso negare di aver pianto! 

E a livello internazionale?
A livello internazionale, invece, sono una grande fan di Adele non solo per la sua splendida musica con la quale sono cresciuta, ma anche per la persona che è: insegna infatti ad amarsi ed apprezzarsi al di là del proprio aspetto. 

Tuoi pregi e difetti. 
Una caratteristica che mi riconosco è quella di essere testarda, che a volte mi sembra un difetto, ma altre un pregio. Ho infatti capito che non è tutto facile come sembra e che le conquiste e le soddisfazioni costano fatica, ma spesso sono precedute da così tante delusioni, che per trovare il coraggio di andare avanti, bisogna davvero essere testardi. Vi sono tuttavia situazioni nella vita in cui esserlo indubbiamente non è un pregio.

Post più popolari

Rimani aggiornato